Femminile Creativo Maschile Ricettivo

Creatività e Nutrimento

Creatività e Nutrimento

Tua madre un Magnolia

Tuo padre un Cipresso

Ora hai il Sole come Padre e la Terra come Madre.

Io sono il Nutrimento

Portami con te,

nutrimi nel Corpo e nell’Anima

E con te sarà gioia eterna !!

Io sono la Gioia

La creatività parte dalle nostre radici ed ha a che fare con la nostra abilità di sentire e di stare e con la modalità in cui ci nutriamo.

Questi aspetti dell’esistenza sono gli elementi essenziali del nostro processo creativo, qualunque esso sia: cucinare un paio di uova, cucire un abito, dipingere un quadro, danzare in un teatro, elaborare un progetto, intessere una relazione, camminare in un bosco, prendersi cura di qualcosa o di qualcuno.

Ogni atto della nostra vita, se vissuto nella totalità di chi siamo, è creativo.

Le radici sono il nostro passato, che cosa ci hanno detto su di noi e sulla vita, l’amore dei nostri antenati e la forza che ci hanno trasmesso e… soprattutto la nostra capacità di perdonare e di amare i luoghi e i tempi da dove proveniamo, le ferite e i grandi tesori che nascondono…

Sentire è l’attivazione dell’orecchio e dello sguardo interiore, percepire le emozioni, comprendere il corpo e suoi segnali. È un’abilità, e come tale si può allenare e sviluppare nel tempo con dedizione.

Stare è prendersi cura. Anche e soprattutto senza “fare”. Allenarsi a sentire quello che c’è davvero, né quello che c’è stato, né quello che siamo capaci di raccontarci con il “bla, bla” della mente.

Il nutrirci è il pilastro del processo creativo. E qui si parla di qualità, di pensieri, di tempo, di spazio, di relazioni… in definitiva si parla del volerci bene concretamente tutti i giorni, dello scegliere con cura ogni dettaglio della nostra esistenza che sia significativo, ci faccia sentire a casa, bene, felici, sia che si tratti di cibo che di tutto il resto. Mentre ciò che descrivevo prima va sentito e accolto così com’è, il “nutrimento” lo possiamo scegliere, sia quello per noi stessi, che ciò che prepariamo per gli altri.

E così si sta tra la Terra e il Cielo. E la nostra vita può diventare celebrazione.